Negozi affiliati

Calendario

Febbraio 2017
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Visite

149817
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo mese
Ultimo mese
Totali
81
82
163
149032
1662
2297
149817

Tuo IP: 54.92.239.248
Oggi è: 2017-02-20

La riproduzione dei piranha

In acquario le riproduzioni di solito avvengono nello stesso periodo in cui è avvenuta la prima riproduzione, verificandosi costantemente anche negli anni successivi , solitamente in stagioni calde.

I primi approcci sessuali. cominciano quando l’acqua raggiunge la temperatura tra i 28 e i 32° C.

Ovviamente la riproduzione avviene solo in età adulta e, in termini di peso, in genere le femmine pesano addirittura il doppio dei maschi; inoltre in fase di accoppiamento si palesa un oscuramento nel colore della muta, sia nei maschi che nelle femmine.

In un gruppo coni esemplari della stessa età, i maschi hanno un ventre a "V"mentre le femmine sono visibilmente più grandi e con il ventre tondeggiante se guardate frontalmente.

Le femmine presentano il ventre gonfio ed attraverso una serie di morsi vicino alle branchie vengono stimolate dai maschi, che le intrattengono nel luogo prescelto attraverso una saltuaria vibrazione corporea.

La coppia riproduttrice, o le coppie, inizierà ad accoppiarsi e in genere ciò avviene quasi sempre, come in natura ,alla base di una pianta troncata usandola come substrato per la deposizione delle uova.

In questa fase i riproduttori preferiscono accoppiarsi in uno dei due ottagoni dell’acquario a disposizione, più precisamente in quello dove non si somministra il cibo. In questo modo la frenesia del branco durante il pasto non coinvolge i luoghi di schiusa.

I corteggiamenti possono durare tutta la giornata e la deposizione di solito avviene in serata o nelle ore notturne,in questo arco di tempo vengono espulse dalle due alle trecento uova trasparenti con un diametro di circa 1,5mm.

Il maschio si occupa delle uova, accudendole e ventilandole, ma difficilmente protegge gli avannotti fino alla loro totale autonomia.

In questa fase il genitore è particolarmente aggressivo al punto da attaccare tutto ciò che si muove intorno alle uova, mani comprese. Questo comportamento spinge gli altri esemplari o intrusi lontano dal luogo custodito. A volte anche la femmina partecipa alla protezione delle uova allontanando eventuali intrusi.

Può accadere inoltre, che, se si possiede un gruppo di piranha, nel pieno della frenesia alimentare, lo spazio dei riproduttori venga invaso , senza che essi possano evitarlo(dato il numero elevato degli invasori) , e che delle uova vadano disperse.

Pur vacanti nell’acquario le uova, essendo troppo piccole non interessano l’appetito dei Piranha, e quindi riescono a schiudersi.

Nel periodo di trentaquattro giorni l’avannotto inizia a prendere forma, raggiungendo nel 10° giorno una dimensione ben visibile.

L’ unico modo per riuscire a salvare una ventina di piccoli è quello di crescerli nell’acquario originale ricavandone un apposito settore,dato che vige una forte selezione naturale negli avannotti.

 

Iniziative

Rivista consigliata

Clicca qui per scaricarla gratuitamente

Facebook

Sostieni il sito

Net-parade

www.piranhamania.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.